3 Consigli per una comunicazione di prodotto efficace

1. Fornire immagini di buona qualità
2. Giocare d’anticipo sui contenuti
3. Tenere d’occhio le giornate mondiali

Sono queste le basi per impostare una strategia di comunicazione efficace (in ambito food) e aumentare la visibilità sui media

Volete lanciare un nuovo prodotto (un cibo, un vino, una bevanda) e non sapete da dove iniziare? Bene, vi diamo tre consigli di base da cui partire per impostare una strategia di successo in ambito food e aumentare la visibilità sui media.

Qual è la premessa? Che le redazioni sono intasate quotidianamente da migliaia di email in cui si parla di nuovi lanci e di nuove proposte. Riuscire ad attirare l’attenzione dei giornalisti e a differenziarsi, comunicando in modo originale e accattivante e soprattutto senza cadere nella marchetta pubblicitaria, richiede pochi accorgimenti di base. Vediamoli uno per uno.

1. la parola alle immagini

Tutto ciò che è legato alla sfera del gusto e dell’alimentazione ha bisogno di essere sostenuto non solo dalle parole, ma anche dalle immagini.

Una buona comunicazione di prodotto, soprattutto nell’ambito food, parte dal corredo fotografico (photo da Unsplash)

Se è vero che si mangia anche con gli occhi, è evidente come il potere evocativo di una foto ben fatta possa raccontare ancor meglio di un comunicato stampa i riflessi di un vino, la consistenza di un formaggio, la succosità di un frutto.

Ecco perché la base da cui partire è la realizzazione di un kit fotografico, una raccolta suggestiva di foto che descriva il prodotto in tutte le sue molteplici sfumature. Abbiamo lavorato proprio in questo modo con il menù e con alcuni prodotti del nostro cliente Fuzion Food, ristorante e laboratorio gastronomico di Torino, venendo premiati anche per le immagini proposte, colorate ed espressive.

Nella prima foto sotto, potete vedere come, grazie all’uso di un’immagine molto professionale, siamo riusciti a inserire molto bene il nuovo liquore Zio Pho, ideato dallo Chef patron di Fuzion Food, che ha trovato spazio all’interno di un servizio su Turismo del Gusto Magazine edizione cartacea (di fianco un altro articolo sempre dedicato al medesimo prodotto, su La Stampa ma senza immagine a corredo).

Ricordiamoci che il reperimento delle immagini a corredo di un testo giornalistico è una delle parti fondamentali del lavoro di redazione. Mettere a disposizione del giornalista delle belle foto può essere determinante per far sì che il nostro prodotto venga scelto.

Il suggerimento di PR-B

Pertanto anche un piccolo investimento iniziale in uno shooting fotografico può premiare. Affidatevi però a professionisti specializzati nella food photography che sapranno anche consigliarvi su come valorizzare al meglio gli aspetti visivi del vostro prodotto.

Che cosa dovrà contenere la vostra photo kit? Foto ambientate, che ritraggono il prodotto anche nelle varie fasi della sua lavorazione o del suo consumo, e foto scontornate o a sfondo neutro.

Le foto scontornate sono molto utili per comporre quelle che in gergo sono chiamate “vetrine” stagionali o mood board (vedi immagini sotto), ovvero le pagine che molti periodici lifestyle dedicano ai prodotti ritenuti più interessanti anche in linea con il periodo o la ricorrenza.

Il suggerimento di PR-B

2. giocare d’anticipo sui contenuti

Ogni testata, dal quotidiano al periodico, dal blog al webzine, ha una precisa programmazione dei contenuti studiata in base agli interessi del pubblico a cui si rivolge.

Ci sono poi dei contenuti ciclici, che vengono riproposti ogni anno e sono legati a ricorrenze, eventi che si ripetono, seguendo abitudini e idiosincrasie stagionali. Su questi è possibile inserire il proprio messaggio, giocando ovviamente con un po’ d’anticipo. Vediamo come.

Abbiamo un ottimo panettone da promuovere? Ecco allora che bisogna contattare già a ottobre/novembre le nostre redazioni, per trovare uno spazio nei classici articoli dedicati alle idee regalo per Natale o a cosa mettere in tavola a Capodanno. Stesso dicasi per la Colomba pasquale (in alto due articoli in cui abbiamo inserito la proposta di menu natalizio e la proposta pasquale del nostro cliente Fuzion Food).

Insomma, la regola è: calendario sotto mano, sempre!

Estate in arrivo? In questo caso possiamo suggerire una ricetta rinfrescante e vitaminica realizzata proprio a partire dal nostro prodotto. A proposito, ricette e ricettari sono sempre molto apprezzati dai lettori e molto ricercati dalle redazioni (ma di questo parleremo un’altra volta).

Il suggerimento di PR-B

Nella comunicazione di un prodotto alimentare, dunque, è fondamentale avere sempre sotto mano un calendario con le principali ricorrenze nelle quali è possibile inserire la nostra proposta. Qui un esempio legato alla Festa della Mamma. Muovendoci per tempo siamo riusciti a posizionare gli amaretti canditi all’arancia di Antica Amaretteria tra le idee regalo (al 14mo posto nella Top 20 e assieme alle chicche gourmet di Cracco, Massari e Canavacciuolo) all’interno della Food Gallery che Vanity.it ha realizzato per l’occasione. Tempismo e ovviamente ottimi scatti fotografici hanno giocato un ruolo decisivo.

3. occhio alle giornate mondiali

Da non dimenticare, infine, l’appeal mediatico delle Giornate Mondiali o Nazionali, che affrontano specifici temi ai quali è spesso possibile agganciarsi: per esempio la Giornata della Dieta Mediterranea, La Giornata contro l’Obesità, e così via… Il calendario di queste giornate è costantemente aggiornato sui principali motori di ricerca e qui vi proponiamo un calendario 2021.

Se siete arrivati fin qui e avete voglia di scoprire come potremmo dare visibilità al vostro prodotto, scrivete a silvia@pr-boutique.eu

Forse vi interesserà anche leggere come rendere unica una storia o come dialogare con i quotidiani locali.

Leave a comment